Italia

FOTO DI REPERTORIO..Stefano De Grandis/Lapresse.Bologna 7/9/2014.Festa dell'unit?† PD..comizio finale di Matteo Renzi..nella foto: Matteo Renzi

E’ ora di dire basta alla politica del #Ciaone

I risultati preoccupanti non sono quelli di Napoli e Roma, ma di Torino e Bologna. Milano un caso a parte. Molta gente di sinistra non è andata a votare. Allora, comprendiamone le ragioni, ascoltiamoli, discutiamoci e smettiamo di salutarli con un #ciaone.

spoglio2016

Rossi: “Prima i ballottaggi, ma apriamo un confronto sereno sul partito”

"La sfida è ai ballottaggi. Ma il PD va male. Il popolo di sinistra si mobiliti votando i candidati della sinistra e del centrosinistra. Spostare il partito verso il centro politico e sociale e allearsi con Verdini ci disconnette dal nostro popolo. Ci vuole un PD più a sinistra"

o-RENZI-6 giugno

Con questo Renzi di oggi non vinceremo più

Oggi ha perso e sta iniziando una rovinosa caduta il riformismo senza valori e senza visione. Potrà vincere al referendum , ma potrebbe perdere le politiche. Di Maio è all’angolo, ma soprattutto c’è Stefano Parisi. Noi con questo Renzi qui , quello di questi mesi, non vinceremo più.

Foto Roberto Monaldo / LaPresse
24-02-2013 Roma
Politica
Seggi elettorali
Nella foto Seggi elettorali

Photo Roberto Monaldo / LaPresse
24-02-2013 Rome
Polling station 
In the photo Polling station

Domenica si vota per i comuni, non per il referendum

Voto quasi nascosto quello di domenica, sopraffatto dal dibattito sul referendum istituzionale. Eppure sono in gioco le principali città italiane e anche gli assetti politici. Il voto infatti determinerà non solo la qualità del rapporto fra governo e minoranze, ma anche le dinamiche all'interno dei diversi campi politici.

Ignazio Visco1

Ignazio Visco, considerazioni finali in novemila sofferte parole

Enzo Umbrella era a Roma per le Considerazioni finali della Banca d'Italia tenute dal Governatore Ignazio Visco. Il racconto della giornata e una prima analisi delle considerazioni di Visco sui temi economici e finanziari dopo i 12 mesi più neri della storia bancaria italiana dal dopoguerra a oggi.

Arno

Le voragini politiche e le voragini reali

Mi ha colpito una frase che il Presidente del Consiglio ha pronunciato alcuni giorni fa parlando dell’imminente voto per le elezioni amministrative. Con le elezioni comunali si sceglie “chi deve a mettere a posto le strade e governare i servizi, non chi sta al governo del Paese“. Come spesso avviene nella retorica del capo del…

produzione-industriale1

Produzione industriale marzo. Non diamo giudizi affrettati

I dati pubblicati ieri dall’Istat sulla produzione industriale italiana e sugli ordinativi a marzo sono entrati in modo deflagrante nella accesa polemica politica in corso alla vigilia di una importante tornata di elezioni amministrative, che potrebbe avere effetti importanti anche sul governo. In effetti, il calo registrato rispetto a febbraio, per fatturato (-1,6%) e ordinativi…

image

Il governo delle acque

Siamo molto preoccupati, abbiamo a cuore il governo delle acque, la pulizia degli argini, la tenuta delle spallette. Sappiamo quanto siano importanti l’Arno e il reticolo di fiumi toscani che scorrono tra Firenze e Roma.

berlinguer iotti1

Il passato non può cambiare, per fortuna

il passato non può cambiare, per fortuna. Lanfranco de Franco scrive sull'uso, strumentale, che la maggioranza del Pd sta facendo di esponenti dell'Anpi e di grandi leader del Pci, Berlinguer, Ingrao e Nilde Jotti, con l'unico intendo di dividere e non unire, sfruttando frasi parziali e decontestualizzate a sostegno della riforma.

Referendum

Io voterò No

Nel PD non ci sono solo gli entusiasti e sono in tanti ad avere delle perplessità su diversi aspetti di questa riforma. Io voterò No. Per ragioni di merito e non condivido l'idea che un Governo metta la sua testa sul patibolo facendo del referendum un voto pro o contro l'esecutivo. E' un atteggiamento dannosso per il PD e il Governo.

Marco Pannella22

In morte di Giacinto Marco Pannella, le battaglie non vinte le migliori

Pannella era un gigante, a partire dal fisico, imponente; per l’intelligenza, la cultura, la capacità di analisi. A lui la politica e questo Paese devono tanto, troppo per un uomo solo.

Francesco Starace

Il manipolo è il mio mestiere

Abbiamo appreso con grande stupore dell’intervento che l’A.D. di Enel ha fatto ieri a Roma agli Studenti della Luiss. “Un’azienda si governa col terrore, è sufficiente instillare paura” ha sentenziato il manager che si è trovato su un piatto d’argento una Azienda eccellente corredata per di più del Codice Etico, dove i precedenti A.D. nominati…