Tag

PPE

tabellasintesieuro19italiayoutrend

Europa, i sovranisti sono stati contenuti ma le destre incombono. Il risultato del del Pd e della lista unitaria è un punto dal quale partire per costruire l’alternativa

In Europa i sovranisti non avranno la maggioranza, almeno per questa volta: grazie al loro insuccesso in Germania e in Austria e all’avanzata di Verdi e liberali e alla tenuta socialista, almeno nei paesi mediterranei. Ma le destre hanno mandato un segnale forte con la vittoria della Le Pen che ha messo in evidenza la…

Pse11

Il voto più difficile della mia vita: per l’Europa, per l’Italia, per la sinistra. Ora la lista unitaria. Poi chissà …

Tra qualche settimana compirò 73 anni. Per lunga parte della mia vita mi sono occupato di politica e le elezioni mi hanno visto sempre partecipe con una buona dose di speranze e, perchè no, di ottimismo, magari non sempre giustificato. Questa volta non è così: che io guardi all’Europa, all’Italia o alla sinistra sono le…

Orban

Strasburgo apre le procedure anti Orban: spaccati il Ppe (Berlusconi è con l’ungherese) e i gialloverdi italiani (a guida leghista)

Con 448 sì, 197 no e 48 astenuti (ben più dei due terzi necessari) il Parlamento europeo ha accolto la richiesta della relatrice Judith Sargentin parlamentare dei Verdi olandesi di aprire le procedure per le sanzioni nei confronti del primo ministro ungherese Orban. Ogni decisione ora passa ai capi di governo e di Stato dei…

Ambrosetti1_Conte11

Governo di destra, Europa meno europeista e tanta confusione anche sinistra. Eppure c’è uno spazio socialista da colmare e rappresentare

Inutile farsi molte illusioni. Lo stato dell’arte è questo: in Italia un governo di destra, guidato da un partito molto di destra (la Lega), un’opposizione che stenta (molto) a fare il suo lavoro, un’Europa che (Merkel e Macron compresi) è pronta ad assorbire i bavaresi, gli Orban e persino i Salvini, candidando Weber alla guida…

Milano_San_Babila

La piazza di Milano e le convergenze parallele Veltroni-Castellina: c’è vita a sinistra.

Non capita spesso a chi la pensa come me di poter spesso commentare buone notizie. Ma questa volta, grazie alla manifestazione antifascista di martedì scorso a San Babila, qualche significativo segnale positivo c’è stato e sarebbe sciocco lasciarlo cadere. Andiamo con ordine. La scossa questa volta è venuta da una piazza, più indignata che organizzata,…

Sovranismo1

Destrosità sovraniste e speranze progressiste

Fra le mille questioni sulle quali, a noi sinistrorsi, piace bisticciare, una in particolare sta producendo un dibattito ricco di interessanti spunti e sciocchezze immani. Nonostante si tratti di un dibattito che affonda le radici in tempi remoti, quello sulla “sovranità”, in un periodo denso di imbarazzanti sconfitte elettorali, politiche e sociali, caratterizza l’agone politico…

Giuseppe_Conte1

Verso il governo Conte: Mattarella gli darà l’incarico su indicazione di 5Stelle e Lega che dicono: sarà un esecutivo politico

Il nome per palazzo Chigi c’è, ed è quello di Giuseppe Conte, avvocato amministrativista, docente di diritto privato. Ma il suo, hanno spiegato, dopo essere stati ricevuti separatamente da Mattarella, Di Maio e Salvini, sarà un governo “politico“. Come politico sarà il ruolo del presidente del Consiglio. Tutto lascia intendere che il presidente della Repubblica…

Viktor_Orban

Ungheria. Perché Viktor Orbán ha vinto

Traduzione dell’articolo di Andras Biro-Nagy pubblicato su Foreign Affairs con il titolo “Why Orbán Won” (10 aprile 2018). — Domenica, il primo ministro ungherese Viktor Orbán è stato rieletto per la terza volta consecutiva dopo che il suo partito di destra, Fidesz, ha conquistato il 48% del voto, abbastanza per assicurarsi la super-maggioranza di due…

Parlamento_Europeo

Per una Costituente della Sinistra in Europa

Le elezioni del Parlamento Europeo sono ormai alle porte. Il tempo è poco e le incertezze sono illimitate, la Sinistra ha ottenuto risultati contrastanti, diversi nelle sue varie composizioni in tutto il continente. Queste elezioni saranno inoltre le prime senza il Regno Unito (i parlamentari passano da 751 a 705, l’Italia da 73 a 76),…